Conduce  NIDIA

– A chi è rivolto il corso –

Il corso è rivolto a chiunque abbia voglia di sperimentare l’arte e-attraverso l’arte- una possibilità differente di conoscere l’altro ed esprimere se stesso. Non occorrono particolari competenze artistiche: il piacere di vivere l’emozione del colore porta a lasciarsi guidare dal processo creativo che trasforma le atmosfere di colore in un veicolo di espressione per le atmosfere dell’anima.

– Il che cosa e il perché del corso –

Ogni incontro avrà durata di due ore, nel corso del quale verranno svolti più elaborati. Nello scorrere degli incontri verranno sperimentate diverse tecniche come carboncino, gessetti, pastelli, acquerelli su carta bagnata, grafite e tecniche miste.

Il laboratorio sarà modellato sulle caratteristiche e richieste del gruppo.    Le varie fasi dei processi pittorici saranno in parte guidate, soprattutto all’inizio. Vi sarà l’occasione di sperimentare artisticamente le qualità individuali dei colori e la nascita dei colori secondari, la differenza tra superficie, linea e forma. Ci si potrà appoggiare alle sensazioni suscitate da testi o poesie. Si affronteranno le atmosfere del giorno e delle stagioni.

Ogni fase della giornata e della vita ci porta a vivere delle precise situazioni dell’anima: queste vengono sperimentate come moti individuali, ma sono in realtà comuni e fanno parte della quotidiana vita di ogni persona. La natura ci può infatti insegnare molto ed essere d’ispirazione per un’elaborazione artistica delle emozioni.

Saranno proposti anche dei lavori di gruppo o a coppie, che oltre a favorire la relazione tra persone attraverso l’ascolto dell’altro e la cooperazione, sono utili per sperimentare meglio l’azione di colore o di un elemento pittorico su un elaborato.

Un momento molto importante di ciascun incontro sarà la condivisione ed osservazione collettiva degli elaborati: in questo modo, con il passare degli incontri acquisiremo la capacità di cogliere le peculiarità di una persona e del suo individuale modo di osservare il mondo. Soffermarsi sullo stesso tema o utilizzare lo stesso processo pittorico, permetterà di osservare come un solo stimolo uguale per tutti venga rielaborato in modo individuale e si manifesti in elaborati molto differenti tra loro.

Molte persone sentono il bisogno di provare attività creative ma non ne hanno l’opportunità o pensano di non esserne capaci. In realtà è proprio l’attività artistica a stimolare la creatività individuale, indipendentemente dalle abilità.

Ogni essere umano vive –sia interiormente che nella vita pratica-nell’interazione di principi opposti; le tensioni che ne derivano si manifestano spesso in disagi e stress. Da qui sorge il desideriodi una maggior armonia interiore, che può essere trovata attraverso lo sforzo per cercare un equilibrio creativo. Ecco perché questo corso non mira alla riproduzione di qualcosa di reale, ma alla possibilità di penetrare la magia del colore e delle forme, attingendo all’immaginazione stimolata dall’attività artistica.

-Tempi e modi del corso –

Corso bisettimanale, con incontri giovedì 20.30/22.30

Iscrizione mensile (2 incontri) – 40 ꞓ

Pacchetto 6 incontri da ottobre a dicembre 2019 – 108 ꞓ

Pacchetto 10 incontri da gennaio a maggio 2020 –

Per partecipare al corso è necessario avere la tessera dell’associazione che ha un costo annuale di 30 ꞓ.

Il materiale di consumo dovrà essere procurato da ogni partecipante, mentre alcuni strumenti verranno forniti dall’organizzazione, che chiederà un rimborso spese parziale. È consigliabile organizzarsi durante gli incontri per acquistare insieme il materiale necessario.

Per il materiale da portare il primo incontro, contattare l’associazione.

Per eventuali informazioni sul corso o richieste qui non contemplate contattare  faccebuffe@yahoo.it

– L’insegnante del corso –

Nidia ha studiato Scenografia all’Accademia di Brera e si sta formando come arteterapeuta presso la scuola di Arteterapia Antroposofica Cinabro Europeo. Ha lavorato per teatri e compagnie teatrali, ma anche come decoratrice, illustratrice e designer sperimentando quindi svariate tecniche e soprattutto la possibilità di contaminarle per far nascere qualche cosa di nuovo. Negli ultimi anni si è dedicata principalmente a tecniche più tradizionali come acquerelli, gessetti, carboncino e modellaggio della creta. Attualmenteinsegna in una scuola secondaria di primo grado-