Conduce WALTER G. POZZI

Walter G. Pozzi, nato a Monza nel 1962, è scrittore, sceneggiatore e docente di scrittura creativa. Ha curato l’edizione italiana di “Personaggi” di Marcel Proust e di “Gatti, lupi e altri animali” di Saki. Promotore di iniziative letterarie quali il “Ronchi’78” e il “One-Man-Book”.
Ha pubblicato i romanzi: Il corpo e l’abbandono (Tranchida 1997 e 2000), L’infedeltà (Tranchida 2000), Altri destini. Una storia sugli anni Settanta (Paginauno 2011), in collaborazione con altri autori la collettanea di racconti Sorci verdi. Storie di ordinario leghismo (Edizioni Alegre, 2011) e Carte scoperte (Paginauno 2015).
Oltre alla Scuola di Scrittura Creativa “Paginauno” è responsabile e docente di numerosi altri laboratori di scrittura nel nord Italia.
Insieme a Giovanna Cracco nel 2007 fonda la rivista Paginauno, bimestrale di analisi politica e sociale, inchieste, cultura e letteratura, e nel 2010 la casa editrice Paginauno.

Leggi le interviste

Vai alla bibliografia


Presentazione del corso


Scrivere è indubbiamente un atto creativo, ma la scelta di come esprimerci è questione di organizzazione. Ce ne accorgiamo tutte le volte che ci capita di scrivere una lettera, di svolgere un tema e, a maggior ragione, quando decidiamo di raccontare una storia. Si è soliti pensare alla scrittura come a un percorso personale e unico, che attinge all’esperienza, alla memoria, ai sentimenti e alle dinamiche mentali di un individuo. Questo è vero, ma la creatività letteraria non è un fiume in piena senza controllo. Deve organizzarsi all’interno di procedimenti logici di cui possono essere individuate le fasi, le tecniche, la struttura. Non si esaurisce al momento dell’ispirazione, bensì possiamo dire che cominci proprio in quel momento e percorre ogni centimetro del successivo lavoro. La scrittura creativa è un’attività che include la complessità del pensiero in un percorso dialettico che oscilla tra la parte intuitiva e quella razionale della mente. La domanda è: si può insegnare a scrivere un romanzo? Sì e no. Infatti, se è vero che la predisposizione per la scrittura è una attitudine personale, è altresì vero che il talento non si presenta sempre in maniera evidente. Il talento è una qualità sottile, spesso nascosta, che va coltivata e sviluppata una volta scoperta. E come per qualunque altra disciplina artistica, anche per la creatività letteraria esistono dei metodi che permettono di verificare e potenziare le proprie capacità. Nei paesi anglosassoni l’insegnamento della creative writing è ormai un’abitudine consolidata e affianca qualunque corso a impianto umanistico. In Italia questa abitudine ancora non si è diffusa ed è per questo motivo che i grandi romanzieri, autentico patrimonio culturale di un paese, stentano a nascere. Ma qualcosa comincia a muoversi in questi ultimi anni. Diversi corsi privati cominciano a sorgere anche e soprattutto grazie all’iniziativa di alcuni romanzieri che si impegnano a diffondere la propria esperienza e le proprie conoscenze a quelle persone interessate a intraprendere la difficile carriera di scrittore, o semplicemente innamorate di quella che, a giusta ragione, nel corso della storia dell’uomo, è stata definita l’arte per eccellenza.


Obiettivi


Offrire gli strumenti per affrontare la stesura di un testo narrativo attraverso la verifica puntuale delle fasi e degli elementi che lo costituiscono. La scelta è quella di un approccio creativo che valorizza innanzitutto la funzione della lettura e dell’esercitazione. Leggere è la prima e più importante attività per chi scrive; infatti, come in tutte le arti, il punto di partenza è l’esperienza dei maestri: ecco quindi la presenza in ogni lezione di esercizi guidati su testi famosi e da scoprire, l’approfondimento di classici e best seller, che permettono di calarsi nel vivo della pratica letteraria e di scoprire le tecniche in azione. D’altro canto, il ricco apparato di esercizi permette di cimentarsi fin dall’inizio con la creatività letteraria, attraverso anche il confronto del proprio lavoro con quello degli altri studenti. Questa formula permette di vivere il corso come un vero e proprio laboratorio di scrittura: ogni tappa dell’apprendimento diventa l’occasione per scoprire il piacere di fare letteratura, di verificare le proprie attitudini e di individuare una voce personale, premessa indispensabile di qualsiasi success- Il corpo narrativo e l’inizio. Elaborare un testo “vivo” e un inizio efficace. -La trama. Costruire la struttura di una storia e la sequenza logica degli avvenimentiI personaggi. Definire e caratterizzare i protagonisti, i personaggi secondari e i personaggi di sfondo.

Progranna: Trama

  •  Il corpo narrativo e l’inizio. Elaborare un testo “vivo” e un inizio efficace.
  • La trama. Costruire la struttura di una storia e la sequenza logica degli avvenimenti.
  • I personaggi. Definire e caratterizzare i protagonisti, i personaggi secondari e i personaggi di sfondo.
  •  Lo stile. Linee guida per scegliere l’impronta stilistica della narrazione.
  •  Il dialogo. Elaborare dialoghi credibili e d’effetto.
  • La voce narrante. Introduzione al concetto di punto di vista.
  • L’ambientazione e il tempo. Il contesto e la dimensione temporale nella scrittura.
  • Dal climax al finale. Condurre il lettore all’apice della tensione narrativa e alla sua risoluzione.
  • La revisione. Introduzione alle tecniche di verifica dopo la prima stesura del testo.
  • La creatività. Come svilupparla con gli stimoli adatti e attraverso la padronanza delle tecniche narrative 


Programma: Pratica


È una fase di lavoro in cui vengono messi in pratica gli strumenti narrativi acquisiti durante l’analisi teorica di importanti romanzi della storia della letteratura. A ogni lezione corrispondono esercitazioni, confronti e correzioni. Vengono scritti racconti e analizzate le idee individuali passibili di uno sviluppo letterario. È questa la fase in cui la creatività viene incoraggiata e indirizzata sulla strada di un percorso narrativo coerente e maturo e personale.


Durata del corso: 10 lezioni da 2 ore ciascuna.

PARTENZA A NOVEMBRE 2019

Quota di partecipazione: 200 EURO con tessera