Categoria: Cinema

Percorsi di Cinema

Conversazioni con Laura Modini 27° Incontro Mercoledì  22 febbraio 2017 ore 20 Conversazione sulla banalità del male dal film: “Hannah Arendt” di Margarethe von Trotta Voglio partire dal 27 gennaio, “giorno della memoria” Tale data fu decisa con risoluzione 60/7 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005. A 70 anni dall’olocausto, il male e la sua banalità prospera allegramente nelle storie e nelle vite che sono scaturite da allora fino ai giorni nostri, nutrendo conflitti in ogni parte del globo. Le parole sono necessarie ma spesso non hanno lo spessore utile per pensare e descrivere gli eventi che accadono, come quelli più vicini alla mia vita, alle mie esperienze o conoscenze e la cartina mostra bene. Un turbinio di deliranti realtà dove proprio la banalità del male la fa da padrona unitamente agli interessi del dio denaro.      In questo profondo malessere che mi agita  e che faccio fatica a tenere a bada, trovo conforto dolente e spiegazione nel pensiero di Hannah Arendt che con il suo “La banalità del male” spiega come tutto ciò possa essere accaduto, e sta accadendo ancora. così scrive Hannah Arendt:  MARCIA DELLA SPERANZA, durata 14 giorni che si è svolta nell’ottobre 2016: più di 4mila donne hanno percorso i 200 chilometri che separano il nord di Israele da Gerusalemme. Lingue e religioni diverse, ma un obiettivo comune: «Arrivare a una soluzione del...

Read More

Conversazioni di cinema – 32

momentaneamene sospeso CONVERSAZIONE con Laura Modini 32°  incontro 31 gennaio 2018  ore 20.00 La passione femminile per la nostra storia raccontata tramite la narrazione cinematografica: ANGIOLINA JOLIE Angiolina Jolie è, a mio parere, una delle registe di oggi che maggiormente incarna il desiderio femminile di raccontare vite e storie di donne usando lo strumento cinematografico nella sua vera natura. La sua produzione sebbene limitata, traccia questa sua passione e il percorso fatto e ancora in divenire. Ancora una volta una storia vera di una vita femminile sconvolta da eventi più grandi di lei, scritta dalla protagonista e raccolta dalla regista. Anche in “Per primo hanno ucciso mio padre” si narra di una vita che come nella “Terra del sangue e del miele”, può diventare paradigma e denuncia di un mondo (patriarcale) che devasta non sola la natura ma anche i suoi abitanti più fragili. E questo Jolie lo fa bene, lasciandoci un documento (NON un documentario) che travalica la storia specifica narrata per offrire un paradigma  di un mondo che non rispetta gli esseri umani, in primis le donne....

Read More

Percorsi di Cinema

Conversazioni con Laura Modini 26° Incontro MERCOLEDI’ 25 GENNAIO ORE 20 LILIANA CAVANI In questo incontro voglio parlare di questa nostra regista, presente sulla scena della cultura non solo cinematografica, fin dai primi anni ‘6o, impegnata agli inizi di questo 2017 nella regia dell’opera “La traviata”. Un riconoscimento che sento di dovere a questa regista poliedrica, sempre fedele a sè stessa e alle sue scelte, di vita, di cultura, di politica, spesso snobbata da tante e tanti. E voglio partire da un film che nel 1973 mi ha aperto la mente e il cuore: MILAREPA. Può un viaggio sognato...

Read More

Percorsi di cinema

 Conversazione  con Laura Modini 25° Incontro Mercoledì 30 novembre 2016 ore 20.00 C’è DIFFERENZA TRA LA STORIA VISSUTA DA DONNE , raccontata poi da una DONNA oppure raccontata da un UOMO? E se è un racconto epico di storia americana della nuova frontiera, diciamo un “western”, c’è differenza se dietro alla macchina da presa c’è una LEI o un LUI? IO CREDO PROPRIO DI SI’! Nel parliamo prendendo lo spunto dal film “TRUE WOMEN – Donne Vere” di Karen Arthur. Il film scorre nel corso di cinquant’anni di storia americana, dalla Rivoluzione del Texas alla guerra civile fino alle prime fasi del movimento suffraggista.   Karen Arthur Karen Athur è nata il 24 agosto 1941 a Omaha (seconda città dello stato del Nebraska, nel centro degli Stati Uniti. Nell’ultimo quarto del secolo 19° vide la corsa all’oro che trasformò i territori disabitati uno stato di 1 milione e 800 mila abitanti. Ha abolito la pena di morto nel 2015!). Ballerina nel Palm Beach Ballet Company. Studia alla Ucla, attrice in numerosi film, regista di cinema e di teatro. Ha lavorato per numerose serie televisivi (oltre 40) ottenendo diversi riconoscimenti. I suoi film sono quasi tutti realizzati per la televisione. Vive a Springfield nel Vermont....

Read More

Conversazioni di cinema

 Conversazione  con Laura Modini 24° Incontro     Mercoledì 26 ottobre 0re 20   “Quando il cinema  riesce a superare il teatro immaginando scenari oltre il concepibile” JULIE TAYMOR con “TITUS” Americana, nata a Boston il 15 dicembre 1952. Fin da piccola sviluppa una grande passione per il teatro. Giovanissima si unisce alla Compagnia del Teatro di Boston. Interessata a tutte le altre culture ha trascorso lunghi periodi in India e Sri Lanka già dall’età di 15 annni seguendo dei programmi educativi. Finita la scuola superiore si recò a Parigi per studiare mimo con Jacques LeCoq. Da questa esperienza nasce l’interesse sulle maschere e i burattini come forma d’arte che apparirà nei suoi lavori teatrali. Lauretasi all’Oberlin College (Università Privata prima nell’aver ammesso studientesse e persone di colore) nel 1974, inizia a viaggiare per l’Asia con borse di studio. Visitò l’Indonesia, il Giappone, l’Isola di Bali e Java rimanendovi anche dopo la fine dei suo studi. Tornata in America nel 1980 continuò i suoi interessi nel teatro e nell’opera. Nel 1996 ottiene cinque premi per le produzioni teatrali a Broadway. Dalla fine degli anni novanta inizia anche la sua attività come regista cinematografica. filmografia: 1992  “Fool’s fire” (da un racconto di Edgar Allan Poe) 1993  “Edipo Re” 1999  “Titus” 2002  “Frida” 2007  “Across the Universe” 2010  “La Tempesta” 2014  “Sogno di una notte di mezza estate” (Jessica Lange in...

Read More

Calendario

ARCHIVIO